top a

Sabrina

Sono una mamma single di una bellissima bambina di quasi 3 anni. Viviamo in Italia dove sono tornata in stato di gravidanza dopo aver vissuto 10 anni all' estero.
Io e "suo padre" ci siamo conosciuti nel 2005 a Barbados dove e' nato, cresciuto e dove tutt'ora vive.

 

Mi trovavo li in vacanza quando ci siamo conosciuti e dopo il mio rientro nel Regno Unito ( dove vivevo ), siamo rimasti in contatto. Mi chiamava ogni giorno, premuroso, attento non faceva passare un giorno senza sentirmi. Al che dopo quasi 2 mesi decisi di tornare. Innamorata persa, cominciai a fare avanti e indietro per ben 2 anni.
In questi 2 anni abbiamo avuto alti e bassi, ma io sempre piu innamorata tanto da decidere di mollare tutto nel Regno Unito, lavoro, casa, amici insomma, tutta la mia vita per andare a vivere a Barbados con un punto di domanda. Sono rimasta 4 mesi a Barbados. Mesi indimenticabili.
Quando ho scoperto della mia gravidanza, cercata da entrambi, ero la persona piu felice di questo mondo. Quando l'ho riferito a lui, sembrava fosse felice quanto me. Ma mi sbagliavo. Passata una settimana lui comincia a negarsi. Non risponde al telefono, ai messaggi nulla. Il mio permesso di soggiorno scadeva a giorni. In quello stato non potevo neanche provare a chiedere un altro permesso, dovevo farmi vedere dal mio ginecologo, nel Regno Unito. Dovevo andare.Lo rividi due volte. La prima senza risposte alle mie domande. La seconda con un altra ragazza. Salto quest ultima parte che sembrava fosse la tragedia di una commedia. Lasciai l'isola.Tornai Nel regno Unito. Mille domande poche risposte. Io e quella minuscola creatura dentro me. Sole.
Arrivo' uno dei tanti altri momenti difficili. Dirlo ai miei genitori in Italia i quali non sapevano neanche dell esistenza di questo ragazzo, di questo ragazzo di colore.
Non saltarono dalla gioia, ma accettarono la situazione e mi chiesero di tornare in Italia. Fu cosi che tornai.
"Lui" si rifece subito vivo. Riusci ad avere il mio nuovo numero da un amico in comune. Mi chiese scusa e il perche della mia partenza improvvisa!!?? Mi chiese di tornare, mi disse che avrebbe preso casa ( viveva con i genitori ) per noi tre. Nel frattempo la mia gravidanza procedeva, ed io nonostante abbia avuto la mia famiglia accanto mi sentivo sola. La mia vita cambio' totalmente ancora prima della nascita della mia bimba. Tornare a vivere con i miei dopo 10 anni di indipendenza. Senza un lavoro. Con un pancione e senza il padre. Lui, al quinto mese di gravidanza sparisce ancora. Do alla luce la mia piccola. La mia carissima, bravissima mamma assiste ANCHE al parto, taglia il cordone, fa le foto, mi da coraggio e mi sta vicina. Rientra in scena per poi sparire x un intero anno dopo settimane, grazie ai miei messaggi e email con foto della piccola. Ora ci sentiamo pochissime volte tramite skype, ma non mi chiede mai di lei. Sono io che gli parlo di lei. Le nostre conversazioni sono povere e futili.
Mia figlia ha quasi 3 anni. E' bellissima, in ottima salute ed e' felice.
I miei genitori, e il resto della mia famiglia stravedono per lei. Riceve tanto amore e tante attenzioni. Io ho un bel lavoro a tempo indeterminato, non le faccio mancare mai nulla. Neache il mio tempo, nonostante lavori full time grazie a questo tipo di lavoro. Mia figlia non ha un padre, non ha mai ricevuto una lettera, un regalo, una telefonata, un augurio da lui. NIENTE.
Ha cominciato a chiedermi di suo papà. Le dico che vive molto lontano e non so cos altro dire. Quando gioca da sola con qualsiasi cosa dalle bambole alle posate include sempre il papa. Quando gioca con il telefono fa finta di parlare con il papà. Oggi mi ha chiesto di farlo venire qua con noi perche fuori fa freddo. Le ho fatto vedere una foto di lui al mare e le ho detto che dove vive lui fa caldo. Continuava a dire mio papa è bello e io, forse ho sbagliato, ma in modo spiritoso le ho detto "tanto bello quanto monello", e lei ha cominciato a piangere e a dire che suo papà e bello e non monello. Non riesco a capire il perche, non l'ha mai visto, mai sentito, eppure sembra si sia creata questa figura immaginaria e la cosa mi spaventa perche non so come devo comportarmi da oggi in avanti.
Grazie per il tempo dedicato alla lettura.
Sabrina

 


 

torna alle storie di Genitori Singolari

Questo sito utilizza cookies per assicurarti una migliore esperienza di navigazione.